Serve una mano? Chiama il numero verde

COSA COPRE L’ASSICURAZIONE INCLUSA NELLA CESSIONE DEL QUINTO?

L'assicurazione inclusa nella cessione del quinto serve a coprire i rischi vita e perdita del lavoro. In questo articolo ti spieghiamo come funziona.

07 Settembre 2022

3' di lettura

COSA COPRE L’ASSICURAZIONE INCLUSA NELLA CESSIONE DEL QUINTO?
Se vuoi stipulare un prestito e ti stai chiedendo cosa copre l’assicurazione compresa nella cessione del quinto, sei nel posto giusto. In questo articolo vediamo di fare maggiore chiarezza sulle polizze abbinate a questo finanziamento.  




Assicurazione cessione del quinto: è obbligatoria?



Per prima cosa facciamo chiarezza su un tema fondamentale. Molti si chiedono se le polizze abbinate alla cessione del quinto siano facoltative. La risposta è no. E’ la stessa legge italiana a stabilire l’obbligatorietà di queste polizze: se le compagnie assicurative non le emettono la cessione non può essere erogata.
Il DPR 180/50 prevede infatti che gli istituti finanziatori, a propria tutela, stipulino un’assicurazione sul finanziamento, a copertura del rischio vita e del rischio impiego del cliente per i dipendenti e del solo rischio vita per i pensionati.
E’ quindi l’ente finanziatore che si occupa direttamente della stipula dell’assicurazione, a garanzia del debito dovuto dal cliente, di durata pari a quella del finanziamento e sostiene direttamente il relativo costo.  




Cosa coprono le polizze abbinate alla cessione del quinto



Una volta chiarito che le polizze sono obbligatorie, andiamo a vedere quali rischi coprono.

Nel caso dei dipendenti le polizze sono sempre due
  • Rischio impiego: si ha copertura assicurativa in caso di interruzione del rapporto lavorativo solo se legato a motivi non imputabili alla volontà del dipendente. Questo significa che restano esclusi dalla copertura sia i licenziamenti per giusta causa che le dimissioni volontarie;

  • Rischio vita: si copre il debito nei casi di invalidità permanente o premorienza.
Nel caso dei pensionati la polizza abbinata alla cessione è una sola, quella che copre il rischio vita.

Le due polizze differiscono non solo sul rischio ma anche sul calcolo di quest’ultimo. Quella vita può fare diretto riferimento alle tavole di mortalità.
Per quella impiego non si può utilizzare la stessa metodologia analitica. E’ facile capire infatti che a seconda della tipologia di lavoratore si hanno dei rischi diversi di perdere il posto. Per gli statali ad esempio, le probabilità di vedere fallire “l’azienda” sono decisamente tendenti allo zero. Per chi invece lavora nel settore privato il discorso cambia, infatti in questo caso va valutata la solidità economico finanziaria dell’azienda.  




Assicurazioni cessione del quinto: come operano?



L’assicurazione compresa nella cessione del quinto opera in maniera differente in base al rischio che copre.

Nel caso della polizza vita l’assicurazione salderà il credito residuo alla società erogante (senza attingere al TFR nel caso dei dipendenti).
Nel caso della polizza impiego la compagnia assicurativa garantisce il rimborso della parte del debito residuo non coperta dall’eventuale TFR esistente al momento della cessazione del rapporto di lavoro.

Se vuoi maggiori informazioni sull’argomento contattaci, i nostri consulenti sono sempre a tua disposizione!




Calcola il tuo preventivo in un minuto

  • Dipendente statale
  • Dipendente pubblico
  • Dipendente parapubblico
  • Dipendente azienda privata con più di 16 impiegati
  • Pensionato
  • Cessione del quinto
  • Delega di pagamento

Ti potrebbero interessare