Serve una mano? Chiama il numero verde

DIFFERENZA TRA TFR E TFS

In questo articolo spieghiamo la differenza tra TFR e TFS, trattamenti economici spettanti ai lavoratori dipendenti, sia del settore pubblico che di quello privato, al termine del loro rapporto lavorativo.

16 Maggio 2024

2' di lettura

DIFFERENZA TRA TFR E TFS

Sei un dipendente pubblico e vuoi capire la differenza tra TFR e TFS per pianificare il tuo futuro finanziario? Se sì, sei nel posto giusto. In questa guida, analizzeremo le distinzioni tra TFR (Trattamento di Fine Rapporto) e TFS (Trattamento di Fine Servizio).



TFS: Trattamento di Fine Servizio


Il TFS è un beneficio concesso ai dipendenti pubblici al termine del loro servizio presso la pubblica amministrazione. La principale caratteristica del TFS è il suo calcolo basato sull'ultima retribuzione annua del dipendente. Il calcolo del TFS si ottiene prendendo in considerazione l’80% di un dodicesimo dell’ultima retribuzione annua moltiplicata, poi, per gli anni di servizio prestati. Se sei stato assunto a tempo indeterminato prima del 1 gennaio 2001, sei eleggibile per il TFS.



TFR: Trattamento di Fine Rapporto


Il TFR, al contrario, è applicabile ai dipendenti del settore privato e a quelli assunti a tempo indeterminato nel pubblico impiego dopo il 1 gennaio 2001. Questo trattamento viene calcolato con la somma delle retribuzioni lorde annue (comprensive di tredicesima ed eventuale quattordicesima). Il risultato che si ottiene va diviso per 13,5 e sottratto dal contributi INPS (0,5%). La somma ottenuta va, poi, rivalutata con gli indicatori ISTAT anno per anno.



Differenza tra TFR e TFS


Mentre entrambi i trattamenti mirano a fornire liquidità al lavoratore in fase di cessazione del rapporto di lavoro, le differenze sostanziali risiedono nei criteri di calcolo e nelle modalità di applicazione.


Il TFR viene determinato considerando le retribuzioni lorde annue e prevede una serie di calcoli complessi. D'altra parte, il TFS si basa sull'ultima retribuzione annua del dipendente pubblico, rendendo spesso l'importo risultante più favorevole rispetto al TFR.


Inoltre, mentre entrambi i trattamenti seguono gli stessi tempi di erogazione nel pubblico impiego, è essenziale comprendere che il TFS è esclusivo per i dipendenti assunti prima del 2001, mentre il TFR è applicabile a coloro che sono stati assunti dopo tale data.



Conclusione


In breve, se sei un dipendente pubblico e desideri comprendere i tuoi diritti in caso di scadenza del contratto, dimissioni volontarie o altre eventualità, è importante sapere che hai diritto a TFR e TFS solo se il tuo rapporto di lavoro è iniziato prima del 31 dicembre 2000. Altrimenti, avrai diritto solo al TFR. Per i lavoratori del settore privato, la liquidazione al termine del contratto sarà esclusivamente il TFR.


 

 

Calcola il tuo preventivo in un minuto

  • Dipendente statale
  • Dipendente pubblico
  • Dipendente parapubblico
  • Dipendente azienda privata con più di 16 impiegati
  • Pensionato
  • Cessione del quinto
  • Delega di pagamento

Ti potrebbero interessare